Solaria Homes Apartments

CASA VACANZE & APARTMENTS
Solaria Homes
...not the usual
Vai ai contenuti

Menu principale:












TRA STORIA, NATURA E MARE
_________________





















"...o temperate dulce Formiae litus"

______________

Il clima di Formia è mite e temperato, tanto che è oggetto di un’epigrafe di Marziale e rende Formia una meta ambita dai turisti. Fu fondata dai Laconi, abitanti di una regione greca con capitale Sparta. Formia è legata al mito di Ulisse, la cui storia racconta che questa terra fosse abitata dai Lestrigoni, un popolo cannibale da cui solo la nave di Ulisse riuscì a fuggire. Conquistata dai Romani, acquista, inizialmente, lo status di civitas sine suffragio nel 338 a.C. e poi la piena cittadinanza nel 188 a.C. Fu già, meta turistica ambita dai romani, a testimoniarlo i resti di ville trovati sul territorio, tra quelle più celebri troviamo quella di Mecenate o la dimora di Cicerone.Con il crollo del Sacro Romani Impero e le invasioni barbariche, gli abitanti decidono di emigrare sui colli, lasciando la città vuota. Ripristinato il territorio, Formia fu divisa in due agglomerati urbani, uno assunse il nome di Mola e sotto gli Angiò, riuscì a riacquistare a poco a poco il suo splendore. Testimonianza del loro passaggio è la Torre di Mola. Nella parte alta, invece, i Caetanieressero un castello dando al secondo agglomerato il nome di Castellone. Nel 1861, fu ripristinato il nome di Formia. Durante la Seconda Guerra Mondiale la città fu distrutta dai bombardamenti, tra cui gran parte del patrimonio artistico.

Tra i pochi luoghi d’interesse rimasti, da visitare è il Duomo di Sant’Erasmo, di stile rinascimentale. Il già citato Castellone, per gran parte intatto, ha perso la sua cinta muraria durante la seconda guerra mondiale, ma conserva la Porta degli Spagnoliconosciuta come Torre dell’orologio, per la presenza di un orologio maiolicato. Il Cisternone, un’opera pubblica romana, che dopo 22 secoli è finalmente visitabile. La Tomba di Cicerone, dove non riposano le spoglie di Cicerone ma che conferma l’ipotesi, che l’autore fosse stato ucciso a Formia. Lì vicino è possibile visitare ilmausoleo, dove riposano le spoglie della figlia Tulliola. Tra le aree naturali, da vedere è l’Oasi blu di Gianola creata dal WWF. Tra gli eventi da non perdere vi sono Le notti di Cicerone, un evento di tre giorni in cui si ripercorre la storia antica del comune. Per gli appassionati di sport interessante è il fatto che, il campione olimpico Pietro Mennea ha vissuto e si è formato nel centro federale di Formia.






















GLI APPARTAMENTI E I SERVIZI
_________________________________________

Appartamento Saturno

oquimur fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero – Mentre parliamo il tempo sarà già fuggito, come se ci odiasse: ruba un giorno, confidando il meno possibile nel domani.
Appartamento Mercurio

oquimur fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero – Mentre parliamo il tempo sarà già fuggito, come se ci odiasse: ruba un giorno, confidando il meno possibile nel domani.
Appartamento Giove

oquimur fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero – Mentre parliamo il tempo sarà già fuggito, come se ci odiasse: ruba un giorno, confidando il meno possibile nel domani.
Appartamento Plutone

oquimur fugerit invida aetas: carpe diem, quam minimum credula postero – Mentre parliamo il tempo sarà già fuggito, come se ci odiasse: ruba un giorno, confidando il meno possibile nel domani.
I DINTORNI



Cicerone e la storia romana
_______________________________________________________________

I resti, attribuiti alla residenza dell'oratore, si stendono sotto villa Rubino: la compongono vari ambienti rettangolari a nord e un settore residenziale a est, organizzato su tre terrazze; al centro sono due ninfei di età repubblicana. È la testimonianza meglio visibile della romana Formiae, che era dotata di un impianto termale presso piazza della Vittoria, di una peschiera in corrispondenza della Villa comunale, e di un teatro, in parte fungente da appoggio per le abitazioni soprastanti. I materiali rinvenuti sono parzialmente esposti nell'Museo archologico nazionale sottostante al Municipio, dove spiccano un gruppo acefalo di Leda col cigno, una statua di Ares e una ricca documentazione epigrafica sulla gens Vitruvia. A oriente del nucleo abitato inizia il Parco regionale suburbano di Gianola-Monte di Scauri, una superficie di 290 ettari a prevalente macchia mediterranea conserva resti archeologici di una villa romana e di una cisterna ottagonale, chiamata Tempio di Giano, databili al I sec. a.C. Un piccolo approdo, il porticciolo di Gianola del 1930, sorge sui resti di una peschiera romana. Il tratto di costa antistante il parco è Oasi Blu marina gestita dal WWF che organizza diverse attività (v. anche dintorni di Minturno)..
Il golfo di Gaeta
_______________________________________________________________

Situato nella parte meridionale della provincia di Latina, il Golfo di Gaeta ha da sempre la caratteristica di coniugare al meglio infinite potenzialità turistiche, che lo rendono una delle mete più amate dell'Italia centrale, con il profondo legame con la storia e la mitologia del nostro Paese. Il suo clima sempre mite e le numerose attrattive che arricchiscono tanto le zone costiere quanto quelle più interne, fanno del golfo una meta adatta sia alle vacanze estive che a quelle invernali. Il golfo di Gaeta è situato tra il promontorio del Circeo e le isole Ponziane (Ventotene, Palmarola, Santo Stefano, Zannone e lo scoglio di Gavi) che si trovano di fronte. La sua costa  è bassa e piatta per chilometri, ricca di spiagge. Le principali città sul golfo sono: Terracina, Sperlonga, Gaeta, Formia, Scauri, Mondragone. Nel golfo sfociano i fiumi Garigliano e Volturno. La storia di questi luoghi è legata alla leggenda di Enea , che ormeggiò le sue navi per rifornirsi di viveri, e dove seppellì la sua nutrice Cajeta. Nella cucina, lungo le coste, del golfo di Gaeta prevale il pesce, sempre freschissimo, famose anche le olive di Gaeta, che si possono gustare fresche, al forno o in salamoia. Famosa è anche la”tiella di Gaeta” una pizza rustica imbottita di scarola e olive o di pesce (sarde alici e polipi).
Le terre di Fra' Diavolo
_______________________________________________________________

Ancora nella zona meridionale della provincia di Latina, vicino a Formia e Gaeta, il comune di Itri, con i suoi 10mila abitanti si trova a metà tra i monti Aurunci e il mare. Come tutti i paesi della zona, presenta una storia che vanta origini millenarie risalenti all'età del Bronzo, quando si calcolano i primi insediamenti, poi romani, poi dal Medioevo in poi. E' la terra natale di Fra' Diavolo, alias Michele Pezza, colonnello dell'esercito borbonico di Ferdnando IV. E' di nuovo il Comune di Itri a suggerire diversi itinerari per un turismo per tutti i gusti. Nella gola di Sant'Andrea, sui ruderi di una villa romana, sorgeva un forte che fu utilizzato da Fra' Diavolo nella difesa contro i Francesi nel 1798. Ci sono ancora resti delle mura di difesa borboniche. Il forte di S. Andrea fu costruito per fortificare la zona. Nell’area si svolsero diverse battaglie, una fra più celebri riguardò lo scontro nel 1799, quando Fra Diavolo impedì la penetrazione delle truppe napoleoniche nel Regno di Napoli. Dal 2003, Itri è sede di un museo del Brigantaggio. Non ci si può dimenticare di visitare il Santuario della Civita, casa della patrona del paese, che dall'alto del monte sovrasta e protegge la città e guarda tutto il golfo. All'interno contiene un quadro della Madonna nera con Bambino.
CONTATTI
Solaria Homes Apartments

XXXXXXXXXXXXXXXXXXX - 04023 FORMIA (LT)  

Tel: 0039 342 0204682  - Booking
  
Tel: 0039 342 0204682 - Booking 2

Email: info@solariahomes.it

Website: www.solariahomes.it

Solaria Homes  by HTMG srls P.Iva 02831370594





DOVE SIAMO

Torna ai contenuti | Torna al menu